Skip to content

BMW M5: stress test sospensioni [VIDEO]

Uno dei modi migliori per simulare il reale utilizzo da parte dei clienti sulle strade di tutti i giorni è quello di sottoporre le vetture ad un test che le metta sotto stress dal punto di vista meccanico-fisico. Per questo motivo le vetture, prima di essere commercializzate, passano svariate settimane sul banco prova delle sospensioni e dei freni oltre ad altrettante settimane in pista. Durante questi test la vettura viene messa sotto enorme stress meccanico tramite l’applicazione di continui e svariati carichi sulle sospensioni, accelerazioni e brusche frenate per testare la bontà dell’impianto frenante, sterzate rapide ed improvvise e carichi laterali e trasversali sempre diversi.

Le vibrazioni e le accelerazioni verticali che si innescano possono raggiungere frequenze di 50 Hz. L’intero test è poi di solito eseguito all’interno di camere climatiche dove vengono simulate un pò tutte le condizioni atmosferiche possibili con passaggi di temperatura comprese tra i -40 e i 50 gradi. Merito delle differenti condizioni climatiche e delle particolari condizioni operative a cui la vettura viene sottoposta, il periodo di durata del test di 6 settimane equivale allo stress imposto da circa 240.000 chilometri con un conseguente invecchiamento dell’auto di 3 anni in appena 22 giorni.

Archivio immagini: BMW Italia; BMW; BMW Motorsport

Author

Matteo Di Lallo

http://www.matteodilallo.tech
Laureato in Ingegneria Meccanica e forte appassionato di motori. Collabora attualmente per alcune realtà del mondo dell'editoria automotive: Autotecnica, Trasporto Commerciale, Giornale del Meccanico, La Mia Auto, Omniauto, Quattroruote, Motori Agricoli, Evo Italia, Automobilismo ed EngBook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *